sabato 10 giugno 2017

I Dare You Book Tag

Sono pessima, veramente. Avevo iniziato a scrivere questo tag giorni or sono e poi non so cos'è successo, è rimasto a vagare nell'etere. Nell'ultima settimana non sono stata troppo bene fisicamente (stupidi singa-cinesi e la vostra aria condizionata) per di più tra pochi giorni sarà il mio compleanno e io non sono assolutamente pronta ad avere 25 anni (volevo dire 18, ovviamente) quindi, giusto per distrarmi e cincischiare al meglio (cosa che mi riesce benissimo tra l'altro) ecco l'ennesimo tag sui libri con domande totalmente a caso, di dubbio interesse culturale. 

1. Quale libro è nella tua libreria da più tempo?
Perfetto iniziamo bene, prima domanda a cui non so rispondere. Il punto è che qua non ho una vera e propria libreria, quindi il problema non sussiste. Per quanto riguarda la mia libreria in Italia non saprei assolutamente, però così di getto mi è venuto in mente C'era due volte il Barone Lamberto di Gianni Rodari. Non so se sia lì da più tempo rispetto a tutti gli altri, ma ricordo che mi fu regalato per il mio compleanno alle elementari dalla mia amica Aurora (e poi il titolo mi ha sempre fatto sghignazzare assai)
2. Cosa stai leggendo in questo momento, cosa hai appena finito di leggere e cosa leggerai?
In questo momento sto leggendo Me and Earl and the Dying Girl (credo che in Italia sia uscito con il titolo Quel fantastico peggior anno della mia vita, edito da Einaudi) . Una lettura simpatica e non troppo impegnativa. Ho finito di leggere (rullo di tamburi) Diario di una schiappa. Sì lo so, ho appena detto che tra qualche giorno avrò 25 anni e allora? A dire la verità sono molto curiosa riguardo ai libri per ragazzi, specialmente se sono (o almeno sono stati) casi editoriali. Non so cosa leggerò dopo, non programmo mai le letture anche perché tanto cambio idea ogni dieci minuti, quindi. E poi sono una bastian contraria nell'animo, se ho in mente di leggere un determinato libro, alla fine non lo faccio, così di proposito, per principio. 
3.  Quale libro è piaciuto a tutti ma tu hai odiato?
Forse Io prima di te. Cioè a dire il vero non l'ho odiato, però mentre tutti lo osannano e si scioglievano in lacrime amare durante la lettura, io ero impassibile, come la donna di ghiaccio. Il problema è che l'ho trovato un po' forzato. Sicuramente affronta un tema interessante ma non mi ha convinto in pieno. Ecco, diciamo che se da molti è stato definito un capolavoro, per me è carino ma niente di che.
4. Quale libro continui a ripeterti di dover leggere ma probabilmente non lo farai mai?
Un sacco di classici a dire il vero. Il primo che mi è venuto in mente è Cime Tempestose. Non so perché, non che io non possa vivere senza eh, ma continuo a dirmi 'prima o poi...' 'magari un giorno..' e poi non so cosa accade, trovo sempre il modo di distrarmi dal mio obiettivo (della serie, capacità di concentrazione bambina di 5 anni. 'Ok iniziamo Cime Tempest...Oh guarda una farfalla')
5. Quale libro stai conservando per la pensione?
Sì certo la pensione, che tag ottimista, come se ci arrivassi. Comunque a parte questo, considerando un ipotetico roseo futuro in cui arriverò alla pensione, direi tutti i classici che vorrei leggere e che continuo a procrastinare (ecco, appunto Cime Tempestose) oppure Proust. Alla ricerca del tempo perduto e sto apposto per il resto dei miei giorni.  
6. L'ultima pagina: la leggi per prima o aspetti fino alla fine?
C'è stato un periodo oscuro della mia vita in cui leggevo non l'ultima pagina, bensì l'ultima parola. Solo ed esclusivamente l'ultima parola. Sì,non so perché lo facessi o quale mistica rivelazione speravo di trovare. Comunque adesso sono rinsavita, ho smesso e aspetto pazientemente la fine. 
7. Prefazioni e postfazioni, una perdita di tempo e di inchiostro o un'aggiunta interessante?
Credo di aver già risposto a questa domanda da qualche parte, comunque di solito le leggo ma tendenzialmente  lettura ultimata, così da chiarire alcuni concetti o approfondire certi aspetti (in particolare se si tratta di classici, capire bene in contesto storico mi è fondamentale, anche perché sono una pippa e poi sai che casino)
8. Con quale personaggio dei libri faresti ti scambieresti di posto?
Oddio così su due piedi direi che va benissimo un personaggio qualsiasi di un libro qualsiasi di Roald Dahl. 
9.  Quale libro ti ricorda un momento specifico della tua vita? (Un luogo, un momento o una persona?)
Ce ne sono diversi in realtà, ogni libro a suo modo mi ricorda qualcosa. Uno tra i tanti è Sulla Strada di KerouacQuando era alle superiori, soprattutto in quarta e quinta ginnasio, ero una ragazzina particolarmente rebel rebel (e non mi riferisco solo alla canzone di David Bowie). Indossavo magliette improbabili di gruppi metal e avevo i capelli rossi, viola, rosa (ancora più improbabili). Insomma mi sentivo una vera rebel combatti il sistema e tutte quelle robe lì. Fatto sta che come avrete capito non andavo molto d'accordo con il greco e il latino e una volta, forse per scampare a qualche interrogazione, mi nascosi in biblioteca e lessi praticamente tutto Sulla Strada di Jack Kerouac. 
10.  Nomina un libro di cui sei entrato in possesso in maniera interessante. 
La mia vita non è particolarmente interessante. Una storiella carina riguarda Ossessione di Stephen King. Praticamente fino all'anno scorso lavoravo in Biblioteca e sistemando in magazzino vennero fuori questi scatoloni di libri regalati alla Biblioteca anni e anni prima. Ovviamente se i libri regalati erano già posseduti dalla Biblioteca venivano semplicemente messi in una cesta all'ingresso e donati agli utenti. Io chiaramente avevo la possibilità di arraffarmi per prima qualche titolo interessante e infatti tra questi c'era proprio Ossessione di Stephen King. Essendo già posseduto dalla Biblioteca me lo sono portato a casa senza sapere manco cosa fosse (sì lo so, non sono una grande fan di Stephen King). Cercando poi qua e là ho scoperto che in realtà è uno dei primi libri scritti da Stephen King sotto pseudonimo. La cosa curiosa e  affascinante è adesso è fuori catalogo e cercando sui vari mercatini ho scoperto che lo rivendono a cifre esorbitanti. Quindi praticamente senza volerlo sono entrata in possesso di un libro semi raro. Affascinante eh. 
11. Hai mai dato via un libro per un motivo speciale o per una persona speciale? 
Prestato sì, regalato no non credo. Ad esempio prima di partire ho prestato una miriade di libri a una mia amica ma insomma, li rivoglio. (Se stai leggendo Sara, sì li rivoglio). 
12. Quale libro è stato con te in più posti?
Probabilmente il Giovane Holden di Salinger, come tutte le adolescenti che si rispettino.
13.Quale lettura obbligatoria hai odiato al liceo ma che qualche anno dopo hai rivalutato?
Il Gattopardo! Assolutamente il Gattopardo! Maledetto, quanto l'ho odiato, poi con gli anni l'ho un po' rivalutato, ma comunque uno delle letture che odiai di più al liceo 
14. Libri usati o nuovi?
Entrambi ovviamente. 
15. Hai mai letto un libro di Dan Brown? 
Mi sfugge il senso di questa domanda, Dan Brown sei tu per caso? Comunque no, se proprio lo vuoi sapere no, non ho mai letto niente di Dan Brown (ciao Dan, mi dispiace)
16. Hai mai visto un film che ti è piaciuto più del libro?
Se può valere  dico13 di Jay Asher, anche se è una serie tv. Giuro non ne parlerò più e
non aggiungo altro (se comunque volete farvi del male qui trovate un post in cui blatero a caso)
17.Hai mai letto un libro che ti ha fatto venire fame, libri di cucina inclusi?
Tralasciando il fatto che non credo mi serva un libro per farmi venir fame, al momento direi Murakami. Ho finito da poco di leggere Kafka sulla Spiaggia e niente oh, questi stanno sempre a mangiare. 
18. Qual è la persona di cui segui sempre i consigli in ambito letterario?
Non c'è una singola persona  che incarna questa figura di guru letterario, in generale spilucchio molto vari blog e canali youtube. 
19. C'è un libro che hai iniziato nonostante fosse fuori dalla tua zona di comfort e che hai finito per amare?
In generale thriller o gialli. Ad esempio Gone Girl l'amore bugiardo. Non l'avrei mai detto e invece mi è piaciuto un sacco. Che poi non lo so, finiscono sempre per piacermi i thriller un po' psicologici, quindi la domanda è perché non li leggo più spesso? Bella domanda. 


Bene, credo di aver sproloquiato abbastanza, un buffetto sulla guancia a chi ha avuto il coraggio di leggere tutto. 

5 commenti:

  1. Siamo sulla stessa barca sia con Cime tempestose che con la pensione (che è anche peggio) ahaha Carinissimo tag!

    RispondiElimina
  2. Non ho ancora letto "Io prima di te" ma lo farò e spero che mi piaccia, anche se di solito anche io mi aspetto molto dai best seller e poi sono soltanto, appunto, 'carini'.
    Fra l'altro anche io ho lo stesso problema con "Cime tempestose", tutte le volte che lo guardo e voglio iniziare a leggerlo sento una voce che mi chiama, e molte volte viene da un altro libro, molto più interessante e solare, che dice 'Scegli me!' xD

    RispondiElimina
  3. Concordo su Io prima di te, carino e basta, non ho versato una lacrima!
    Ho adorato anche io Gone Girl, addirittura ho trovato bello pure il film, cosa che non mi succede mai. Però non ero fuori dalla mia zona di confort: gialli e thriller, soprattutto psicologici, sono i miei generi preferiti :)
    E comunque auguri per il tuo compleanno :-*

    RispondiElimina